Me.dea Centro Antiviolenza

L’associazione nasce nel 2008, su iniziativa di un gruppo di donne, con una lunga esperienza di lavoro nel campo dell’educazione e del sociale, accomunate da una formazione specifica sulla violenza contro le donne. L’Associazione ha come scopo la rimozione di ogni forma di violenza psicologica, fisica, sessuale, economica e stalking contro le donne, all’interno e fuori la famiglia, approfondendo la ricerca, la riflessione, il dibattito, promuovendo e svolgendo la formazione, implementando e gestendo azioni/progetti e servizi.

I principi guida dell’Associazione si richiamano all’autodeterminazione delle donne e alla libertà ed inviolabilità del corpo femminile.

L’Associazione, per conseguire tali scopi, si dedica alle seguenti attività:

promuovere, organizzare e gestire strutture logistiche ove le donne, anche straniere, sole e/o con figli/e minorenni, possano trovare accoglienza telefonica e non, consulenza, e altre forme di supporto quali ad esempio gruppi di sostegno, allorquando subiscano violenze dentro e fuori la famiglia;
attuare un servizio di accoglienza per donne adulte sole e/o con figli/e minori che hanno subito violenza in genere e maltrattamenti offrendo ogni più opportuno supporto quale per esempio: counselling psicologico, legale, accompagnamento ad altri servizi;
realizzare un Centro in cui si approfondiscano le tematiche della violenza contro le donne e minori, tramite ricerche, organizzazione di convegni, seminari di studio e dibattiti ed ogni genere d’iniziative tese ad approfondire la problematica;
promuovere azioni di prevenzione, sensibilizzazione, formazione, ricerca sul tema della violenza contro le donne e quant’altro possa servire alla realizzazione degli scopi e degli obiettivi sopra esposti;
sviluppare progetti di prevenzione, servizi e azioni contro la tratta delle donne, la prostituzione coatta e ogni sfruttamento sessuale di donne italiane e straniere nel nostro e in altri paesi;
gestire attività di sensibilizzazione, formazione, aggiornamento, anche innovative e sperimentale, integrative e di supporto, alle forze dell’ordine, agli operatori socio-sanitari, educativi, insegnanti, volontari, tirocinanti, operatori ed a qualsiasi altro gruppo, associazione, istituzione, pubbliche e private, interessati a lavorare sulle tematiche relative alla violenza e all’autonomia delle donne;
favorire l’accesso alla conoscenza delle normative e delle politiche che riguardano i diritti delle donne;
promuovere i rapporti di collaborazione con associazioni di donne ed istituzioni, anche a livello internazionale al fine di attuare dei progetti in rete;
costituire reti con i vari servizi del territorio (sociali, sanitari, giudiziari, culturali, ecc.) promuovendo la comunicazione e il rapporto con loro e per la messa in atto di procedure e protocolli finalizzati al miglioramento dell’accoglienza in caso di violenza;
produrre e raccogliere documentazione e dati, nel rispetto delle leggi vigenti, sui temi presi in esame dall’Associazione, comprese possibili iniziative editoriali e pubblicazioni on line ad esse collegate.

Il Centro, gestito da operatrici professionali volontarie e non, tutte qualificate sul tema della violenza, offre una prima accoglienza alle donne vittime di violenza.
Al Centro vengono offerti, gratuitamente, i seguenti servizi:
percorsi di counselling individuale volti all’elaborazione della situazione che le donne vittime vivono e all’individuazione di strategie utili per consentire loro di uscire dalla prigionia in cui sono soggiogate;
prima consulenza legale, grazie alla collaborazione con alcune socie-avvocate;
servizio di sostegno alla genitorialità, con la presenza di un’operatrice dedicata, rivolto a tutte quelle donne, madri, che vogliono recuperare una relazione armoniosa con i loro figli, vittime anch’essi di una violenza familiare;
servizio di orientamento lavorativo, con la presenza di un’operatrice esperta nei processi di orientamento e outplacement, rivolto alle donne che necessitano rinforzare una propria identità professionale e ricostruire un’autonomia economica per affrancarsi dalla relazione violenta;
gruppi di aiuto-mutuo aiuto, considerando il gruppo come occasione di scambio di esperienza e di sostegno reciproco;
servizio di mediazione interculturale, per superare gli ostacoli che le differenze linguistiche e culturali possono generare nel percorso di aiuto.

Con il Progetto “CASA AURORA” me.dea vuole rispondere al crescente bisogno di un’adeguata ospitalità, tutela e sostegno in favore delle donne che subiscono violenza, attraverso l’allestimento di tre appartamenti bilocali, siti in provincia di Alessandria (indirizzo segreto).
Ciascun appartamento è in grado di ospitare una donna, con eventuale nucleo composto da due figli/e, configurandosi luogo sicuro, per consentirle di ricostruirsi un progetto di vita.

Trovi interessante questa scheda? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu, diventa un Agente del Cambiamento.

LE ULTIME REALTÀ INSERITE

Gustamundo

Integrazione sociale
LEGGI SCHEDA

Dress for Success Rome

Lavoro
LEGGI SCHEDA

Panacea Social Farm

Agricoltura
LEGGI SCHEDA

Cittadini sostenibili

Legalità
LEGGI SCHEDA

Mondo SAtiva

Salute e alimentazione
LEGGI SCHEDA

Lavygo

Mobilità
LEGGI SCHEDA

Fondazione Cariplo

Stili di Vita
LEGGI SCHEDA

Repubblica degli Stagisti

Arte e cultura
LEGGI SCHEDA

OrtiAlti

Abitare
LEGGI SCHEDA

Cooperativa Coompany&

Integrazione sociale
LEGGI SCHEDA