Casa Museo Spada- Antichi Strumenti Musicali

Profit

sindaco Lupinacci 11 73100 Lecce


Notice: Undefined index: rete in /var/www/italiachecambia.org/mappa/template_scheda.php on line 172

La Collezione Spada, sita nel centro storico di Lecce, all’interno di un’antica fabbrica di scarpe, in via Sindaco Lupinacci 11 a Lecce, è una raccolta di oltre 900 strumenti musicali, costruiti tra il XVII secolo e i primi del ‘900, che comprende anche un importante corredo iconografico e una biblioteca di oltre duecento tra manoscritti, partiture e libri a tema musicale.
L'obiettivo del suo curatore, Francesco Spada, è di rendere questo luogo un serbatoio culturale attivo, spiccatamente improntato alla didattica e alla ricerca, in grado di stimolare e valorizzare gli aspetti identitari del territorio, di conservarne e studiarne la storia, di interagire con le istituzioni politiche e culturali locali.
Vengono utilizzati nuovi linguaggi museografici ed espositivi, che superano il rapporto tradizionale tra visitatore e oggetto musealizzato: trattandosi di strumenti musicali, è doppiamente utile il coinvolgimento multisensoriale del visitatore, è essenziale fornirgli informazioni tecnico-organologiche tanto quanto suggestioni rispetto ad esempio al contesto d'utilizzo del materiale esposto, informazioni che passano attraverso visite guidate ma anche e soprattutto attraverso nuove soluzioni interattive.
I visitatori possono suonare virtualmente tutti gli strumenti in grado di emettere dei suoni attraverso l’uso di postazioni touch-screen o direttamente dai propri dispositivi mobili utilizzando dei codici QR: sarà possibile leggere e stampare una scheda specifica e particolareggiata di ogni strumento, o leggerne una descrizione sintetica, o ancora, attraverso brevi filmati, ascoltarne il suono, osservare la postura del musicista e la tecnica esecutiva.
Ogni visitatore potrà dunque ascoltare i suoni di strumenti rari e inconsueti spaziando tra gli strumenti allocati nelle diverse stanze, ognuna dedicata ai vari contesti d’uso, garantendo quindi una fruizione più facile e intuitiva rispetto ai criteri catalografici dei musei tradizionali.
Il programma è anche fruibile attraverso il portale web della Collezione e permetterà una visita virtuale della stessa realmente dinamica e interattiva, capace quindi di soddisfare sia le esigenze del visitatore più esperto che la curiosità dei bambini.
Entrare in una casa-museo è un’esperienza coinvolgente: si viene accolti personalmente dai proprietari con cui si instaura subito un rapporto diretto, si offre il caffè, si cerca di capire le esigenze e le preferenze di ogni visitatore.
Si accede su prenotazione, solo a piccoli gruppi, guidati dal curatore o dalla moglie, in modo che ognuno scelga un percorso in funzione dei propri interessi.
Le stesse didascalie sono defilate, bisogna scoprirle, e sono tali da non imporre certezze ma più che altro suscitare domande.
Rispetto ai musei tradizionali non c’è la biglietteria, non ci sono i gruppi vocianti al seguito di guide, si possono fare foto, ci si siede sui divani e si chiacchiera di strumenti ma anche di altro senza la soffocante sensazione di sentirsi in un austero santuario della cultura.
La stessa disposizione degli spazi è pensata per intercettare un pubblico di non esperti: gli strumenti sono raggruppati per contesti d’uso più che catalogati in maniera accademica.
All’ingresso vi è lo spazio dedicato alla musica liturgica e rituale, si prosegue con la musica da banda, i legni d’orchestra, la musica per l’infanzia, gli strumenti da tasto, quelli a corda, la musica dal mondo, la musica popolare e la musica meccanica.
In conclusione è un museo per tutti, studiosi e ricercatori ma anche semplici curiosi: il visitatore scopre degli ambienti caratterizzati, dove ci si può imbattere in una collezione di cappelli anni 20 nella stanza dedicata alla musica meccanica o nei giocattoli d'epoca nella stanza dedicata alla musica per l'infanzia, vivendo un approccio che restituisce agli strumenti, oltre alla loro funzione di produttori di suoni, il ruolo di narrazione storica e antropologica.

Canale youtube: https://www.youtube.com/channel/UCge9MndGsqilGBlrrdSptwg?view_as=subscriber

Trovi interessante questa scheda? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu, diventa un Agente del Cambiamento.

LE ULTIME REALTÀ INSERITE

Scuola nel Bosco di Pianoro

Educazione
LEGGI SCHEDA

Rete Olistica Livorno

Salute e alimentazione
LEGGI SCHEDA

Altopia

Abitare
LEGGI SCHEDA

Cooperativa Nelson Mandela

Agricoltura
LEGGI SCHEDA

Aia Santa

Abitare
LEGGI SCHEDA

Villa Costanza

Salute e alimentazione
LEGGI SCHEDA

Osservatorio sulla Criminalità Organizzata

Legalità
LEGGI SCHEDA

Associazione Giglio Onlus

Salute e alimentazione
LEGGI SCHEDA

Piccola Farmacia Letteraria

Arte e cultura
LEGGI SCHEDA

Associazione Italiana Bambù

Ambiente
LEGGI SCHEDA